Il FOOD Italiano in Corea : Analisi di Forze ,Debolezze , Opportunità, Minacce

22
mag
Il FOOD Italiano in Corea : Analisi di Forze ,Debolezze , Opportunità, Minacce
Il FOOD Italiano in Corea : Analisi di Forze ,Debolezze , Opportunità, Minacce
  • Fabio Ippoliti
  • 312 Views
  • 0 Comment
  • export . food . FTA -Free trade agreement .

L’IPF è stata presente al Cibus di Parma 2014 dove abbiamo avuto la possibilità di incontrare diverse realtà italiane del Mercato del Food. Sicuramente l’occasione ci è stata utile per instaurare rapporti di Business con realtà aziendali dalle forti possibilità di successo , ma anche e soprattutto per poter illustrare alle Aziende alcune informazioni di base sul mercato Coreano.
La curiosità delle aziende nei confronti del mercato Coreano ci hanno dato conferma del deficit informativo che esiste ancora in Italia nei confronti del paese asiatico . Proprio per questo, nell asperanza di far cosa utile e gradita, riportiamo in basso una breve lista di fattori “ Forza “  e di  “ Opportunità “ del Food italiano senza però nascondervi le “ Debolezze e le Minacce” di questo mercato.

Inoltre, forti della nostra esperienza, ci permettiamo  di elencarvi anche una serie di suggerimenti basici per l’export che potrebbero tornarvi utili qualora decidesse di iniziare un rapporto con buyer coreani.
Naturalmente chiunque fosse interessato ad avere maggiori informazioni o ad avere uno studio di fattibilità per il proprio sbarco in Corea può contattarci

LE FORZE DEL  FOOD MADE IN ITALY 

1) Eccelente Percezione qualitativa della cucina italiana e dei suoi principali ingredienti

2) Italia famosa per avere una vasta gamma di prodotti di eccellenze in ogni specifico settore del Food ( alcolici, latticini, prodotti grano, Salumi, etc etc )

3) Posizionamento consolidato nel mercato mondiale

4)  Molti ristoranti italiani ( all’incirca 4000 nella sola Seul ), cuochi coreani esperti di cucina italiana, studenti di cucina, grande richiesta di ingredienti italiani da parte delle grandi catene alberghiere, settore gourmet in forte espansione

5) Coreani attenti alle mode «gourmet» e life style trend.

6)  Crescita costante del redditto medio abbinata ad una crescita del reddito speso per il cibo di qualità.

DEBOLEZZE

1)  Scarsa o Poca conoscenza degli operatori italiani del mercato sud coreano

2)  Elevata frammentazione del tessuto produttivo, difficoltà da parte degli operatori italiani a fare Rete

3) Attività commerciale e di marketing intesa in maniera esclusivamente individuale, principalmente basate su    azioni di singole aziende

4) Incapacità di fare partnership per ridotta dimensione degli operatori italiani e scarsa capacità di mettersi in rete.

5) Abbondanza di  produzione di prodotti con una shelf-life molto breve

OPPORTUNITA’

1) ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO del 2011, Che ha portato ad un abbassamento dei dazi di entrata in Corea.

2)  Si sta svilluppando un crescente rifiuto da parte del Consumatore finale verso prodotti Giapponesi , liberando così spazio nel mercato Coreano

3)  Forte diffusione di una tradizionale cultura fondata sull’attenzione al benessere e alla cura della salute, quindi grande interesse per i prodotti «Bio», “ Organic” o “Naturali “

4) Forte proponsione al dinamismo del consumatore finale

5)  Facilità nell’ influenzare attraverso ampie operazioni di marketing e pubblicitarie i gusti del pubblico e creare «mode».

.6) Forte utilizzo del Web e del e-commerce.

7) Posizione geografica interessante. Costituisce un Hub strategico al centro di un potenziale di un miliardo di consumatori

MINACCE

1) Tasse locali e costi di distribuzione
2) Un sistema economico e produttivo complesso dominato dai grandi Gruppi

3) Le aziende di successo sono quelle che si son radicate nel paese nel decennio scorso

4)  Le maggiori relazioni commerciali nel mercato Food sono storicamente con USA,Australia, Giappone , e i nuovi ingressi avvengono soprattutto da parte di Cina, Francia e Spagna.

5)  La maggior parte delle vendite di prodotti europei alto livello riguarda i prodotti Spagnoli, Francesi

SUGGERIMENTI PER L’EXPORT

1) Puntare ad un Packing che ricordi i concetti di “Lusso“ , di “ Bio “ , di “ Vecchia Europa” , “ Mediteranneo “

2)  Individuare professionisti locali con effettiva esperienza inerente il prodotto che si intende esportare e buona conoscenza dei canali ideali per lo stesso

3)  definire delle strategie di distribuzione molto chiare abbinandole ad una promozione anche e soprattutto online in modo accurato

4) Avere molta cura nei tempi di consegna e nel rispettare la controparte

5) Nella fase di firma di un contratto di vendita farsi seguire da studi legali o consulenti  che abbiano una conoscenza della giurisdizione e del mercato coreano

6) Promuovere il proprio prodotto come una “lifestyle experience”  di alto livello  e successivamente dedicarsi al consumo di massa  .

7)  Attivare investimenti per la creazione di catene che inglobino ristorazione con la vendita di prodotti alimentari italiani (anche attraverso franchising).

8)  Avere  capacità e volontà  nel cambiare la ricetta base del proprio prodotto per venire incontro ai gusti del Consumatore.