Europa e Corea del Sud insieme per sviluppare le reti 5G

20
giu
Europa e Corea del Sud insieme per sviluppare le reti 5G
Europa e Corea del Sud insieme per sviluppare le reti 5G
  • Fabio Ippoliti
  • 602 Views
  • 0 Comment
  • Tecnologie .

Un accordo fra Europa e Corea del Sud potrebbe velocizzare il processo di standardizzazione delle reti 5G e sviluppare la ricerca sulle tecnologie di cloud e internet of things.

L’Unione Europea e la Corea del Sud coopereranno per la definizione degli standard 5G e per la ricerca sulle tecnologie correlate, come cloud e internet delle cose. L’accordo è stato annunciato attraverso comunicato stampa dalla Commissione Europea, firmato da Neelie Kroes, commissario europeo per l’agenda digitale dal 2010, e Mun-Kee Choi, ministro per la scienza sudcoreano.

Entrambe le parti hanno accettato di approfondire le discussioni nell’area denominata Net Futures, che comprende lo sviluppo di tecnologie di rete e di telecomunicazioni, del 5G e del cloud computing, tutte estremamente correlate fra di loro. Le nuove tecnologie wireless consentiranno una velocità massima teorica di 10Gbps e verranno lanciate entro il 2020, seguendo gli attuali piani.

“Le reti 5G diventeranno la nuova linfa vitale dell’economia e della società digitale una volta che saranno diffuse. Sia l’Europa che la Corea del Sud comprendono l’impatto che avranno”, sono le parole di Neelie Kroes con cui ha ufficializzato gli accordi congiunti con la Corea del Sud. “Questa è la prima volta che due autorità pubbliche uniscono le proprie risorse in questo modo, con il supporto delle industrie private, per spingere sui processi di standardizzazione”.
Le nuove tecnologie di rete non saranno solamente più veloci, recita il comunicato, ma porteranno nuove funzionalità e applicazioni di grande valore sociale ed economico. Saranno indirizzate al percorso che ha seguito internet negli ultimi anni, sempre più caratterizzato da più tipologie di dispositivi interconnessi, ma anche ai nuovi metodi di comunicazione nati con la crescente diffusione dei dispositivi mobile.
Le due parti coinvolte nell’accordo riaffermano quanto stabilito durante i primi incontri dello scorso novembre, con sforzi mirati alla ricerca e sviluppo nelle aree delle tecnologie informatiche e delle comunicazioni. Stando al comunicato della Commissione, il programma di ricerca e sviluppo relativo alle nuove reti 5G e alle tecnologie di Cloud e Internet of Things verrà lanciato nel 2016-2017.

Articolo tratto da www.businessmagazine.it ; Autore : Nino grasso